Itinerari

Il Burchiello e la Crociera fluviale lungo il Brenta

[one_half]

“…Musa, cantiam del padovan Burchiello
La deliziosa, comoda vettura,
In cui per Brenta viaggiasi bel bello,
Dal gel difesi e dall’estiva arsura.
Amistsi contrae con questo e quello,
E alla curiosità si dà pastura;
Passasi con placer di loco in loco,
E per lungo cammin si spende poco…Carlo Goldoni (da Il Burchiello di Padova)

Per molti secoli il fiume Brenta fu la via privilegiata di collegamento tra le cittdi Venezia e Padova, attraversato quotidianamente dal Burchiello, imbarcazione che per alcuni tratti veniva anche trainata da cavalli lungo le sponde.
Ogni anno la tradizione vuole che ancora, durante la bella stagione, da Aprile ad Ottobre, si possa navigare lungo il fiume Brenta e godere di una mini crociera fluviale all’insegna della cultura e del relax a stretto contatto con il paesaggio naturale dell’entroterra veneziano.

[/one_half]

[one_half_last]
Varie società di navigazione propongono infatti i loro itinerari di una giornata circa, con partenza da Venezia verso Padova o viceversa, a giorni alterni.
Le imbarcazioni seguono lentamente il ritmo del fiume.
In prossimità delle ville principali, le soste, per indimenticabili visite guidate alla riscoperta dei tesori ereditati dalla nobiltà veneziana.
Il pranzo è organizzato a bordo oppure presso i ristoranti convenzionati.

E’ necessaria la prenotazione con congruo anticipo.
Le caratteristiche del tour e gli orari verranno comunicate di volta in volta. Non sono compresi pranzo e ingressi alle ville.
Tour disponibile da Marzo ad Ottobre.
[/one_half_last]

Read More →

Dalla Riviera del Brenta al Lido di Venezia

[one_half]

A pochi minuti dall’Hotel Villa Gasparini si trova il Terminal Fusina, li dove il fiume Brenta sfocia nella laguna di Venezia.

Punto d’imbarco verso Venezia e la sua spiaggia, il Lido, offre un servizio pubblico di navigazione, rapido, puntuale ed economico (Euro 12,00 andata e ritorno). In 40 minuti esatti si approda alla spiaggia degli Alberoni, selvaggia e poco turistica, dal mare cristallino.
[/one_half]

[one_half_last]

Un paesaggio naturale in cui rilassarsi al ritmo estivo delle onde del mare.

Un break in spiaggia e’ la giusta pausa, durante una vacanza dedicata alle bellezze artistiche della Riviera del Brenta, di Venezia e di Padova.

[/one_half_last]

Read More →

Itinerari naturalistici: la laguna sud di Venezia

[one_half]
Visitare la laguna sud a bordo di una barca e accompagnati da una guida naturalistica è certamente un’esperienza emozionante che vi condurrà alla scoperta di un ecosistema molto delicato.
Le guide che via accompagneranno in questo percorso che si snoda nell’ambiente lagunare dispongono di conoscenze tecniche, scientifiche ed etnografiche che renderanno didatticamente interessante ed emozionalmente indimenticabile questo viaggio.

Vi accompagneranno in battello e a piedi in luoghi di rara bellezza, di silezio assoluto in cui si riuscirà a ritrovare l’armonia con l’ambiente naturale che, sempre più raramente, ci circonda.
Tranquillità, natura, flora e fauna un turn off della mente per rilassarsi dallo stress quotidiano e per vivere un’esperienza sana e unica.
Si tratta di luoghi della laguna veneta quasi inesplorati ed incontaminati, praticamente inaccessibili che riescono a far provare sensazioni profonde e benefiche per l’equilibrio tra lo corpo e spirito.
La laguna di Venezia è al centro di una delle principali rotte migratorie tra Europa e Africa, un’importante zona umida per lo svernamento delle specie di uccelli acquatici provenienti dal nord Europa. e si possono osservare gli uccelli (birdwatching) e la flora adattatasi all’ambiente salmastro.

E’ un mondo sospeso tra acqua e cielo quello lagunare, in cui la pesca è l’attività principale: non è raro trovare barche di pescatori, reti a riposo ma soprattutto i famosi casoni da pesca: singolari esempi di architettura lagunare. Le guide esperte vi racconteranno anche le leggende legate a questi luoghi al mondo della natura, della caccia e della pesca.


[/one_half]

[one_half_last]
Itinerario “Laguna Sud” – giornata intera – percorso blu:
Ritrovo a Valle Cornio-Lova di Campagna Lupia h.9.00/9.15 – Partenza h.9.30 – Rientro
h.17.30/18.00 sabato e domenica.
La partenza avviene sul canale del Cornio, antico ramo del fiume Brenta, punto d’osservazione privilegiato per numerose specie di uccelli.

Navigando tra le valli si arriva alla casa di pesca di Valle Zappa, la prima tappa del tour dove si effettua una sosta per osservare le tecniche di cattura del pesce.

Dalla valle si riparte, poi, per giungere al lido di Pellestrina. dove avrà luogo la seconda tappa ed il pranzo

Lentamente tra allevamenti di cozze e bricole si procede per ritornare verso le valli della laguna sud.
Si arriva nuovamente all’area valliva e qui, dopo una sosta* a terra al Casone di Caccia di Valle Zappa si riparte per raggiungere il punto di partenza.

Il percorso descritto può avvenire in senso orario o antiorario in funzione della marea.

*La sosta al Casone di Caccia di Valle Zappa è condizionata dall’eventuale presenza di ospiti c/o la
valle.
Tariffa: € 33,00 adulti – € 25,00 ragazzi dai 6 ai 12 anni gratuità da 0 a 5 anni.
Le tariffe comprendono il trasporto in battello e la guida naturalistica; si riferiscono alla partenza da
Valle Cornio.

Itinerario “Valli da pesca” – mezza giornata – percorso arancione:
Ritrovo a Valle Cornio-Lova di Campagna Lupia h.8.45 – Partenza h.9.00 – Rientro h.13.00.
Oppure
· Ritrovo a Valle Cornio-Lova di Campagna Lupia h.14.15 – Partenza h.14.30 – Rientro h.18.30.
Sabato e domenica.
Si naviga il canale del Cornio dove è possibile osservare numerose specie di uccelli..
Si possono ammirare lo splendido ed insolito casone di caccia di Valle Zappa e, poco più avanti l’antica torre della Padovana di Valle Figheri, i ruderi dei casoni delle Prime Poste e dei Millecampi

Sosta in una valle da pesca per vedere le strutture utilizzate per l’allevamento del pesce.

Tariffa: € 25,00 adulti – € 18,00 ragazzi dai 6 ai 12 anni.
Le tariffe comprendono il trasporto in battello, il personale di bordo e la guida naturalistica; e si
riferiscono alla partenza da Valle Cornio.
Le escursioni partono dalla sede dell’agenzia a Valle Cornio, in località Lova di Campagna Lupia,
sulla S.S. Romea 309 (E55) che collega Venezia/Mestre a Chioggia/Ravenna, in corrispondenza del cartello
chilometrico 110.
Come raggiungere Valle Cornio:
Per coloro che provengono dalla direzione Venezia/Mestre l’accesso a Valle Cornio è sulla sinistra, 2 km dopo l’uscita per Lugo.

Da Venezia l’agenzia si può raggiungere con i mezzi pubblici dell’Actv, linea
extraurbana n° 80, fermata a richiesta a Valle Corn io

www.atnlagunasud.it

[/one_half_last]

Read More →

Itinerari medievali in provincia di Padova: le città murate

[one_half]
Nella zona che si estende a sud-ovest di Padova si trovano , lungo le principali vie di comunicazione, le città murate di Monselice, Este, Montagnana e proseguendo verso nord di Cittadella.
Il tour si snoda attraverso queste città “merlate” tutte poste a breve distanza l’una dall’altra, un itinerario, unico nella sua specie.
Un’alternativa ai consueti tours delle città del veneto : castelli e borghi circondati da alte mura edificate a scopo difensivo in età medievale. Vestigia perfettamente conservate di un passato glorioso di battaglie, vittorie, sconfitte e dominazioni varie.
Un’epoca quella medievale segnata profondamente dagli scontri tra le varie Signorie: le città si difendevano dagli attacchi nemici chiudendosi dentro le possenti mura. Grandiosi segni della storia, di un periodo austero, affascinante e misterioso come fu quello medievale.

Monselice e la Giostra della Rocca

La Giostra della Roccawww.giostradellarocca.it“, la terza domenica di settembre, rievoca i giorni in cui l’imperatore Federico II soggiornò a Monselice, coinvolgendo gli abitanti in giochi e festeggiamenti che ancora oggi entusiasmano cittadini e turisti. E’ un periodo durante il quale le varie frazioni e i quartieri del Comune si sfidano in competizioni quali: , torneo di scacchi (gara finale con scacchi “viventi”), torneo di musici (tamburini e chiarine), sbandieratori, gara delle macine, sfilata delle nove contrade con vestiti dell’epoca ed equestre (quintana).
Info: IAT Monselice tel 0429 783026

Este

Nel Medioevo fu uno dei principali centri fortificati per il controllo del territorio. Conserva i resti del possente castello, eretto tra il 1338 e il 1339 da Ubertino da Carrara, circondato da una cinta lunga 1.000 metri, abbellita da 12 torri, che oggi racchiude i giardini pubblici.
Info: IAT Este tel 0429 600462

[/one_half]

[one_half_last]

Montagnana

E’ una delle più belle città murate d’Italia, conserva, praticamente intatta, la cinta muraria medievale che si snoda per quasi due chilometri, e racchiude il centro cittadino.
La possente muraglia merlata è rafforzata da 24 torri esagonali e da poderosi castelli.

Ogni anno, la prima domenica di settembre, attorno alle mura, si celebra, sospeso tra storia e fiaba, il rito del Palio: una corsa tra le dieci Comunità dell’antica “Sculdascia” montagnanese, che vede a confronto dieci fantini in una prova emozionante ed entusiasmante, dove abilità, forza ed intelligenza sono doti indispensabili per vincere. Nell’intervallo tra le corse si svolge la “Gara dei Gonfaloni”: una corsa dei gonfalonieri dei 10 Comuni sullo stesso percorso dei cavalli. Una corsa terribile, una fatica immane che vede gli uomini spingersi in una corsa di circa 700 metri innalzando i gonfaloni come vele al vento. Subito dopo i gonfaloni e un breve spettacolo degli sbandieratori, entrano nuovamente in scena i cavalli nella più attesa e spettacolare delle gare: la corsa del PALIO. Sono cinque i cavalli partecipanti, i migliori: ad essi sono affidate le speranze e i propositi di un anno. Ma il Palio non si ferma alla corsa: la manifestazione si conclude a mezzanotte con “l’incendio della torre”. La Rocca degli Alberi viene “incendiata” a ricordo dell’incendio che Ezzelino appiccò a Montagnana nel XIII secolo: da quella sconfitta e dalla successiva ribellione e’ nato il Palio. Una festa ricca di vita e pulsante di emozioni
Info: IAT Montagnana tel 0429 81320

Cittadella

La quarta città murata, Cittadella, è situata a circa 30 km a nord di Padova. Esempio eccezionale in Europa di borgo murato in pianura concepito fin dall’origine a perimetro ellittico, Cittadella conserva intatta la propria cinta muraria. Rappresentò per molto tempo l’avamposto strategico in difesa di Padova contro gli attacchi dal nord.
La cortina murata comunica con l’esterno attraverso quattro ponti in corrispondenza delle porte (a loro volta costruite sui quattro punti cardinali), rivolte verso le vicine città di Padova, Vicenza , Bassano del Grappa e Treviso, a loro volta poste nei quattro punti cardinali.
E’ possibile anche fare una passeggiata sulla cinta muraria.
Info: IAT Cittadella tel 049 9404485

[/one_half_last]

Read More →

Marostica : Partita a scacchi a personaggi viventi

[one_half]



[/one_half]

[one_half_last]
Marostica – Vicenza
Data della manifestazione: secondo fine settimana di settembre anni pari

Famoso spettacolo folcloristico e di ambientazione storica che si svolge il secondo fine settimana di settembre degli anni pari.

Sfarzosa la coreografia dai costumi e colori quattrocenteschi: oltre 500 tra dame e cavalieri, signori e castellane, sbandieratori e sputafuoco per rivivere la magia di quel tempo lontano, fatta di sfide crudeli ma anche di rispettosa cavalleria ed eleganza.

La tradizionale rievocazione sembra nascere da una storia d’amore tra due contendenti e la bella Lionora, la figlia del Castellano: gli innamorati volevano sfidarsi a duello per decidere chi, tra i due, avesse la meglio, ma le leggi della Repubblica Serenissima lo vietavano e il Castellano non voleva inimicarsi nessuno dei due pretendenti.

Si decise, saggiamente, di rendere la sfida meno cruenta e la seconda domenica di settembre di quel lontano 1454 iniziò il “duello” con una “partita del nobil ziogo de li scacchi” . Il vincitore ebbe in sposa la fanciulla.

La Partita ha luogo, ogni anno pari, nella piazza di Marostica lastricata a scacchiera e pronta ad animarsi per questo spettacolare e singolare duello.

Info e prenotazioni: Associazione Pro Marostica c/o Castello Inferiore.
Tel. +39 0424 72127 – 470995 – Fax +39 0424 / 72800
www.marosticascacchi.it
info@marosticascacchi.it
Comune di Marostica – Ufficio Turismo tel. 0424 / 479128
[/one_half_last]

Read More →

Itinerari a Padova: La Cappella degli Scrovegni

In piazza Eremitani a Padova sorge il complesso dei Musei Civici che raggruppa il Museo Archeologico e il Museo d’Arte Medioevale e Moderna . I Musei sono ospitati nei chiostri dell’ex convento dei frati Eremitani. E’ annessa al complesso la Cappella degli Scrovegni .
Queste visite rappresentano il punto di partenza ideale per la visita della città di Padova, quello che viene definito l’itinerario classico in città.

La Cappella degli Scrovegni è sita nel centro storico di Padova ed ospita un celeberrimo ciclo di affreschi di Giotto dei primi del XIV secolo.
La Cappella degli Scrovegni è uno dei capolavori della pittura del Trecento italiana ed europea ed è considerato il più grande ciclo di affreschi del maestro toscano.
La narrazione pittorica ricopre interamente le pareti con le storie della Vergine e di Cristo, mentre nella controfacciata è dipinto il grandioso Giudizio Universale, con il quale si conclude la vicenda della salvezza umana.
Colore e luce per rappresentare l’uomo e Dio, la poesia ed il pathos
Umanità e fede attraverso affresci rappresentanti le storie della Madonna e di Cristo.

Il ritiro del biglietto deve avvenire almeno un’ora prima rispetto all’orario della visita.

Orari di apertura della Cappella degli Scrovegni
Tutto l’anno dalle 9.00 alle 19.00
Visite serali: dal 1° Marzo 2010. Non si effettuano visite serali i lunedì non festivi.
L’ultimo turno della visita serale prevede l’ingresso alle 21.40 nel CTA e uscita dalla Cappella alle 22.20.

VISITE 20 MINUTI
Tutte le visite serali dalle 19.00 alle 22.00
Visite diurne con durata 20 minuti in questi periodi:
Gennaio
Febbraio
Dal 16 al 30 Giugno
Luglio
Novembre
Dal 16 al 31 Dicembre
La Cappella degli Scrovegni osserva durante l’anno i seguenti giorni di chiusura:
Natale
S. Stefano
Capodanno
La prevendita è obbligatoria. E’ possibile prenotare nel giorno antecedente la visita se si effettua il pagamento con carta di credito.
Se invece si vuole effettuare il pagamento nelle altre modalità disponibili, la prenotazione dovrà avvenire obbligatoriamente con almeno tre giorni d’anticipo rispetto alla data prevista per la visita. I tre giorni sono da intendersi escludendo dal conteggio il giorno di visita e quello di prenotazione. Esempio: data della visita VENERDI’, ultimo giorno utile per effettuare la prenotazione LUNEDI’.

www.cappelladegliscrovegni.it

Read More →

MUSEUM PASS: biglietto cumulativo per il tour dei Musei Civici Veneziani

[one_half]

[/one_half]

[one_half_last]
Il Museum pass è un biglietto cumultaivo che consente l’ingresso ai Musei Civici Veneziani e collegati.
Ha validità sei mesi e consente un ingresso per ciascun museo.

Il prezzo è davvero molto vantaggioso:

Intero 18.00 euro
Ridotto 12.00 euro

Offerte speciale famiglie:
per le famiglie composte da due adulti e almeno un ragazzo ( dai 6 ai 18 anni )
1 Biglietto intero, gli altri ridotti.

I MUSEI visitabili sono

Palazzo Ducale
Museo Correr
Museo Archeologico Nazionale
Sale Monumentali della Biblioteca Nazionale Marciana.
Ca’ Rezzonico, Museo del Settecento Veneziano
Casa di Carlo Goldoni
Museo di Palazzo Mocenigo e Centro Studi di Storia del Tessuto e del Costume
Ca’ Pesaro
Galleria Internazionale D’Arte Moderna + Museo D’Arte Orientale
Museo del vetro – Murano
Museo del Merletto – Burano;( Chiuso fino ad ottobre 2010 per lavori di restauro )
Museo di Storia Naturale

per ulteriori dettagli
www.museiciviciveneziani.it

Per l’acquisto on-line
www.vivaticket.it
www.veniceconnected.com
[/one_half_last]

Read More →

Le ville principali della Riviera del Brenta

[one_half]
Villa Foscarini Rossi

Nel centro di Strà si trova villa Foscarini Rossi è un complesso settecentesco , composto da tre elementi architettonici: villa padronale, oggi museo della calzatura d’autore, foresteria e scuderia.
Stra, via Doge Pisani 1 / 2 Tel 049/9801091
Da Aprile a Ottobre
lunedì 09.00 – 12.30
martedì, mercoledì, giovedì e venerdì 09.00 – 12.30; 14.30 – 18.00
Sabato 14.00 – 18.00
Domenica e festivi solo visite guidate 14.30 – 18.00
Pasquetta, 25 aprile , 1° maggio, 2 giugno: aperto
15 agosto e domeniche di Agosto: chiuso
Nei mesi di Gennaio, Febbraio, Marzo, Novembre e Dicembre: Da lunedì a venerdì: 9.00 – 13.00
Sabato, domenica e festivi: chiuso
Chiuso da Natale all’Epifania

Villa Nazionale Pisani

La più imponente delle ville del Brenta , villa Pisani, detta la nazional,e un vero palazzo ducale in terraferma voluto da Almorò e Alvise Pisani per glorificare l’ascesa della famiglia alla maggior carica politica veneziana, il dogado.
La costruzione ebbe inizio nel 1720 su progetto del Frigimelica, alla sua morte lo sostituì Francesco Maria Preti, a cui si deve il suo aspetto attuale in cui si coniugano armonia classica e fasto barocco.
L’immenso parco è caratterizzato da gruppi scultorei e numerose costruzioni tra cui l’esedra, la collinetta archeologia, la ghiacciaia, la limonaia,, ma è soprattutto il custode di uno dei gioielli dei giardini settecenteschi : il labirinto dei sempreverdi.
All’uscita dalla villa lo sguardo scivola su un lungo bacino acqueo per raccogliersi sulle scuderie che chiudono la prospettiva.
All’interno delle 114 stanze si conserva l’arredamento originario, è riccamente decorata con statue, stucchi e affreschi dei più grandi maestri dell’epoca, tra cui Gianbattista Tiepolo, che nel salone da ballo realizzò uno dei capolavori del settecento veneziano , la Gloria della famiglia Pisani.
Caduta Venezia nel 1797 venne venduta dalla famiglia Pisani nel 1807 a Napoleone che la abitò brevemente. Nel 1886 venne definitivamente ceduta allo stato.
Strà, Via Doge Pisani 7
Tel 049/502074
Da Aprile a Settembre 09.00 – 19.00
Da Ottobre a Marzo 09.00 – 16.00
Chiuso il lunedì, il 1° Maggio, Natale
Capodanno.
Il labirinto è aperto da Aprile a Settembre
09.00 – 13.30; 14.15 – 19.15,
salvo lavori di manutenzione o maltempo

Villa Badoer Fattoretto ed il “Museo del Villano”

Via Tito, 2 Dolo Tel 041/410113
La villa è aperta tutte le domeniche e i giorni
festivi di Aprile, Maggio, Giugno, Settembre ed
Ottobre con visite alle ore 15.00, 16.30 e 18.00
Tel. 347 8243292

[/one_half]

[one_half_last]
Villa Widmann

In Riviera si costruirono case austere, fantasiose, maestose, alcune lezione. E’ il caso di villa Widmann , costruita dagli Sceriman, nobili veneziani di origine persiana, agli inizi del 1700, ed ammodernata dai Widmann secondo il gusto barocco francese. La villa, completata da una barchessa e da una chiesa, ha anche un’ala laterale in cui trovano posto la stalla per i cavalli e la rimessa per le carrozze. Splendido il giardino all’italiana.
Via Nazionale 420, Mira Tel 041/424973
Marzo, Aprile e Ottobre 10.00 – 17.00
Da Maggio a Settembre: 10.00 – 18.00
Chiuso i lunedì non festivi.
Da Novembre a Febbraio: aperto solo nei week-end e giorni festivi: 10.00 – 17.00

Barchessa Valmarana

I Valmarana costruirono nel seicento un edificio con due grandi barchesse . Il complesso stupiva i viaggiatori per glia ampi giardini che scendevano sull’acqua, l’esteso parco retrostante e le notevoli dimensioni delle parti laterali, una con la funzione di annesso agricolo e la seconda con l’uso di foresteria
Oggi è stata recuperata la barchessa di destra, la foresteria, che dà una idea della maestosità dell’edificio , e conserva ancora oggi l’arredamento originario, all’interno piacevoli affreschi settecenteschi, con scene allegoriche di dame e contadini festanti, attribuite alla scuola del Tiepolo.
Via Valmarana n° 11, Mira Tel 041/4266387
Oppure cellulare 349/3977690
Aperta da Marzo ad Ottobre: 10.00 – 18.00
Chiuso il lunedì
Il resto dell’anno visitabile su appuntamento.

Villa Foscari detta La Malcontenta

Malcontenta è un centro esiguo che sembra ritrarsi di fronte all’omonima villa costruita all’incirca nel 1560 dal Palladio per la famiglia Foscari. La leggenda narra di un fanciulla costretta forzatamente a vivere in questa zona da cui il nome “mal contenta”, ma non ci sono prove a sostegno di questa tesi. Più verosimilmente il nome deriva da “male contempta”, ossia acque malamente contenute.
In prossimità dell’acqua e quindi esposta al pericolo di inondazioni la villa presenta un piano nobile rialzato con loggia a sei colonne ioniche, alla classicità della facciata verso il fiume si oppone invece la funzionalità di quella rivolta alla campagna, dominata da una finestra termale che dà luce al salone centrale
Via dei turisti, 9 Malcontenta di Mira
Tel 041/5470012
Da Maggio a Ottobre è aperta il martedì e il sabato 09.00 – 12.00
Altri giorni solo gruppi su prenotazione (escluso il lunedì)
Chiuso da Novembre ad Aprile
[/one_half_last]

Read More →

Non un aperitivo ma l'aperitivo: lo Spritz!

[one_half]



[/one_half]

[one_half_last]
E’ la bevanda più diffusa nel triveneto, in particolare nelle città di Venezia, Padova e Treviso che da più di cent’anni brindano con questa tipica bevanda alcolica.
Spritz, Spriss ma anche sprisseto….molto pi di una bibita, un vero e proprio rituale che accompagna giovani e anziani nell’aperitivo pre-cena.

Ma di cosa si tratta?

Una ricetta universale non esiste, la sua preparazione varia da provincia a provincia, da città e città anche tra baristi. Originariamente, ai tempi della dominazione Asburgica nel Nord Italia, nasce come bicchiere di vino bianco allungato con acqua, ma ben presto le tradizioni delle città venete vi aggiungono i più svariati liquori, il cui denominatore comune il colore rosso….Aperol, Campari, Select solo per citarne alcuni.

Oggi l’usanza vuole la presenza di vino bianco (prosecco nel Veneto), acqua gassata o seltz, Aperol (o altre varianti), ghiaccio e una fettina di limone, o arancia o un’oliva.
Durante lo spritz hour (pre-cena), il bicchiere di spritz viene servito accompagnato da ricchi e succulenti stuzzichini (di solito prodotti tipici della zona) che vanno dagli affettati ai formaggi, dalle verdure grigliate al pesce.

Provate il vostro primo Spritz in hotel e poi proseguite con il giro dei locali (bacari, osterie, trattorie) tra sprisseti, ombrette e cicchetti per una serata all’insegna della tradizione più alcolica.

Read More →

Tra Venezia e Padova

[one_half]







[/one_half]

[one_half_last]

L’Hotel Villa Gasparini si trova nel cuore della Riviera del Brenta, a metà strada tra Venezia e Padova.
Rappresenta per la sua posizione un’ottima base di partenza per la visita delle vicine città d’arte facilmente raggiungibili anche con i mezzi pubblici.

Venezia

Venezia, la città più romantica al mondo, si trova a pochi minuti dall’Hotel Villa Gasparini.

E’ raggiungibile facilmente con l’autobus di linea che dall’hotel conduce direttamente a Piazzale Roma, il terminal su ruote del centro storico.
Frequenti le corse, fino alla mezzanotte nel periodo invernale ed oltre nelle tiepide serate estive quando è bello godersi la brezza serale passeggiando (e talvolta perdendosi) tra le calli ed i campi a Venezia.

Dal terminal di Piazzale Roma in poi vi troverete immersi in qualcosa di assolutamente unico e magico, un luogo in cui le strade sono d’acqua e le automobili sono sostituite da imbarcazioni.

Dirigendosi verso il Canal Grande si trovano le fermate dei vaporetti che, lentamente lungo in Canal Grande arrivano sino a Piazza San Marco o le linee che portano alle isole: Murano, Burano e Torcello.

A pochi kilometri dall’Hotel Villa Gasparini, si trova anche il Terminal Fusina, un luogo ameno in cui il fiume Brenta sfocia nella laguna di Venezia.
L’aria salmastra e la splendida, anche se breve, passeggiata sulla laguna, è un anticipo di tutto rispetto della città che vi apprestate a visitare.
Il parcheggio è facile, qui al Terminal Fusina, ed è pure economico, nessun ingorgo che vi possa rovinare la giornata!

Si salpa con il vaporetto per Venezia ad orari precisi e disponibili alla reception ed il prezzo del biglietto è quello di un servizio pubblico.
Soltanto il prezzo è pubblico dato che l’attraversata della laguna e l’ingresso a Venezia dal Canale della Giudecca fanno pensare ad un tour privato, insoliti di punti di vista dall’acqua.

In soli venti minuti di navigazione si arriva in prossimità di San Marco e più precisamente alle Zattere.
Durante il periodo estivo l’ultima barca di rientro è alle 22.30, uno spettacolo notturno che non dimenticherete facilmente.

Venezia è una città romantica e melanconica se ci si perde nei suoi quartieri meno turistici (Cannaregio e Castello), vivace e caciarona nei sui mercati ( il più famoso quello del pesce a Rialto) , signorile ed elegante in Piazza S.Marco, lussuosi i negozi che si trovano alle sue porte, nella zona delle Mercerie.

Ma ovunque sempre e comunque unica.

Padova

Anche Padova è raggiungibile in pochi minuti d’autobus dall’Hotel Villa Gasparini, ultima fermata Piazzale Boschetti, il terminal della città patavina: da qui al centro storico circa 10 minuti a piedi.

Padova è la città dotta, della storica tradizione universitaria, le cui magnifiche piazze fanno da scenario al pullulare di gioventu’ studentesca. E’ anche la città di Giotto, da visitare le sue opere alla Cappella degli Scrovegni e la città di S.Antonio, la Basilica dove si trovano le spoglie del Santo, che è diventata meta di migliaia di pellegrini da tutto il mondo.

L’Hotel Villa Gasparini rappresenta una vera e propria base di partenza ideale per visitare Venezia e Padova, ma non solo.

La villa è infatti comoda anche per: raggiungere il lido di Venezia, per un break estivo in spiaggia, per le Terme Euganee, per una visita ai dintorni collinari di Padova con le città murate di Monselice, Este e Montagnana.

Si trova anche a pochi minuti Vicenza e le opere del Palladio, da Verona, Giulietta, Romeo e l’opera lirica all’Arena e a pochi minuti anche da Treviso e le sue zone collinari famose per le numerose osterie con patio dove d’estate si pranza e cena con ottime grigliate di carne e vino rosso.

Vi aspettiamo!

[/one_half_last]

Read More →